LAVORATORI FRAGILI : SEGNALAZIONE AL MEDICO COMPETENTE

In vista di una prossima ripresa delle attività , è opportuno che il medico competente sia coinvolto per le identificazioni dei soggetti con particolari situazioni di fragilità ed è raccomandabile che la sorveglianza sanitaria ponga particolare attenzione ai soggetti fragili anche in relazione all’età. In merito a tali situazioni di fragilità, i dati epidemiologici rilevano una maggiore fragilità nelle fasce di età più elevate della popolazione (>55 anni di età), nonché in presenza di co-morbilità che possono caratterizzare una maggiore rischiosità. In considerazione di ciò, allo stato attuale, nelle more di una eventuale specifica previsione normativa, il medico competente nella valutazione della differibilità delle visite mediche periodiche, terrà conto della maggiore fragilità legata all’età ,nonché di eventuali patologie del lavoratore di cui è già a conoscenza. Pertanto, i lavoratori tutti sono invitati a rappresentare al medico competente l’eventuale sussistenza di patologie (ad es. , malattie cardiovascolari, respiratorie, metaboliche), attraverso la richiesta di visita medica, corredata da documentazione relativa alla patologia diagnosticata, a supporto della valutazione del medico competente.

SEGNALAZIONE DEI LAVORATORI FRAGILI

MISURE PER LA PREVENZIONE DEL CONTAGIO